New York Times: nuovo Ceo e nuove strategie digitali

Che se ne sia andata di sua spontanea volontà o che l’abbiamo cacciata, a questo punto poco importa. Fatto sta che, come era stato annunciato verso metà dicembre 2011, Janet Robinson non è più il Ceo del New York Times che esce dal bilancio dell’ultimo quadrimestre massacrato: 39 milioni di dollari di profitto in meno rispetto allo stesso quadrimestre nell’anno passato. In che misura le scelte gestionali della Robinson sono responsabili di questi sconfortanti risultati?

IL PASSAGGIO AL DIGITALE. All’interno del NYT sembra essere opinione diffusa che la manager dai tratti latineggianti non fosse ritenuta in grado di traghettare con successo il prestigioso quotidiano dalla carta stampata alla fatidica versione digitale. Come a dire: non ne sapeva abbastanza al riguardo. A giocare a sfavore della Robinson è stato soprattutto il fattore tempo, da una professionista come lei (viene dal settore marketing, sempre del NYT) ci si sarebbe aspettata una soluzione originale in tempi brevi. Ma così non è stato e da quando è diventata Ceo nel 2004 al varo delle nuove strategie digitali sono passati quasi sette anni: il modello a pagamento ha visto la luce solo in primavera 2011. Tale modello, atteso a lungo da concorrenti e partner come la sospirata soluzione al problema della monetizzazione del giornalismo online, sembra inoltre non contenere nessun elemento innovativo. Sette anni sotto la guida della Robinson per passare dai contenuti completamenti gratuiti ai tradizionali abbonamenti mensili.

LA CARTA STAMPATA.La Rosinson si è al contrario avvalsa della carta stampata per realizzare (con successo) quello che era il suo obiettivo primario: ampliare il target del quotidiano spostandolo da locale (NYC) a nazionale (United State). Ecco motivata la scelta di investire ingenti risorse nello sviluppo della rete distributiva della versione stampata del NYT puntando soprattutto sulla consegna a domicilio.

UN BUONO USCITA DI 21 MILIONI DI DOLLARI.Nessuno si aspettava la repentina dipartita della Robinson. Il tutto si è svolto nell’assoluta segretezza, che se ne sarebbe andata è saltato fuori verso metà dicembre 2011 e l’annuncio è stato dato dopo una riunione serrata del Cda. Ufficialmente la Robinson lascia il gruppo con un buono uscita di 4 milioni di dollari più un “contratto di consulenza” pari a 2 centesimi di dollaro ad azione, totale stimato: circa 21 milioni di dollari. Il sostanzioso dono d’addio non è stato ben digerito dai colleghi dei ranghi più bassi, se non altro per il fatto che il quotidiano, vista la situazione economica in cui versa, ha chiuso di recente i fondi pensione di tutti i dipendenti e ha messo mano ai contratti dei manager erodendone i benefit. Come si spiega la scelta di dare 21 milioni di dollari ad un manager in uscita in un momento in cui ne hai appena persi 39 in profitti? A decidere stipendi, bonus e pacchetti uscita è un “comitato compensi” formato in buona parte da Ceo provenienti da istituzioni di alto livello o da altre società quotate in borsa. I compensi vengono stabiliti sulla base di una sorta di media nazionale (non ufficiale) dei compensi dei maggiori top manager americani. Ovviamente, essendo anche gli stipendi dei membri stessi del comitato decisi su tale media i Ceo hanno tutto l’interesse a mantenerla alta.

Fatta fuori la Robinson la caccia all’uomo è aperta. Sembra che il prossimo Ceo non si trovi tra le mura dell’elegante sede made by Renzo Piano del NYT ma che lo stiano cercando all’esterno del gruppo. Staremo a vedere a chi andrà in mano questa volta il mostro sacro dell’informazione “tradizionale”.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...