Incitazioni e critiche, i social network campi di battaglia politica

Verona. Verba volant, scripta manent. Che si tratti di una lettera, di un saggio breve di quarta superiore, di una circolare sindacale o… di una dichiarazione di un noto politico locale su un social network. Nell’ultimo caso, inoltre, non solo rimane, ma immagini e parole, condivise su Facebook, si moltiplicano un numero infinito e imprevedibile di volte, fino al punto in cui diventa difficile stabilire da chi e da dove siano partite.

Molto probabilmente, l’ex-assessore Vittorio Di Dio mai si sarebbe aspettato di suscitare tanto clamore con un commento di poche righe sotto un’immagine condivisa in quella che per lui sarebbe dovuta essere, oltretutto, una «zona franca», vale a dire la pagina Facebook del bar «nero» Cutty Sark. Ma la bacheca virtuale del locale non è frequentata solo dai seguaci destrorsi, è al contrario tenuta costantemente d’occhio anche dai «nemici» di sempre, i vari collettivi e movimenti studenteschi e di lavoratori di sinistra. Ecco che a uno di questi è bastato fare una foto del commento dell’ex-assessore e condividerla sulle bacheche degli amici (l’Osteria Ai Preti, il Circolo Pink, Udu Verona, Selgiovaniverona…), per scatenare centinaia di condivisioni e feroci commenti.

Leggi tutto l’articolo sul sito dell’Arena, il quotidiano di Verona

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...