Risultati in Google: lo scroll è d’obbligo

Qualche tempo fa Google aveva espresso la sua opinione su quanto sia importante per un sito internet fornire all’utente l’informazione che cerca above the fold, quindi nella parte di sito che si visualizza per prima, in poche parole senza farlo scrollare.

“Se un utente apre un sito web e ciò che gli si visualizza davanti è un insieme di annunci pubblicitari senza alcun contenuto rilevante o solo in minima parte, beh, ecco, questa non è certo una grande esperienza d’usabilità e l’utente non sarà certo contento”.

Ben detto. Peccato che Google stia ormai facendo la medesima cosa sul proprio motore di ricerca! Di mese in mese, anno in anno, siamo arrivati a questo genere di pagina risultato (SERP), l’esempio è la ricerca “credit cards”:

google-credit-cards

Leggi tutto l’articolo sul blog di Web marketing di Promobit Web Strategies

Come si può vedere, oltre il 51% della pagina è dedicata agli annunci.
La parte superiore e la parte sinistra è dedicata alla navigazione e funzionalità, che rappresentano circa il 31% della pagina.
E ciò che resta, i risultati di ricerca naturali, rappresentano appena il 17% della pagina.
Ma questo è se si riesce a vedere nulla. Si scopre che la maggior parte delle persone non possono vedere questi risultati senza scorrere verso il basso.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...