Un articolo sul #DeepWeb, che non è solo droga e killer su commissioni

Quando mi è stato commissionato un articolo sul Deep Web dal giornale locale della mia città natale mi sono messa per prima cosa alla ricerca di informazioni più precise ed aggiornate su questo spazio di web nascosto di cui tanto avevo sentito parlare soprattutto negli States. Destreggiandomi tra vari articoli di Repubblica, Corriere, altri giornali “tradizionali” ma anche tra testate sui generis (compreso Vice) mi sono abbastanza stupita di vedere come ancora oggi ogni cosa che abbia a che fare con hacker e spazi di libertà alternativi sulla rete venga proposta all’unisono con toni scandalistici ed eclatanti. Tanto in Europa quanto in US. Anche da testate come Vice, che in teoria avendo un imprinting più “giovane” dovrebbero arrivarci su certe cose un po’ di più. Dovrebbero. Ho quindi provato a dare un punto di visto più completo sulla faccenda. Di seguito l’inizio:

“Aspetterò domani, signorina libertà, signorina anarchia”, cantava De Andrè. Oggi, di quel sogno di anarchia esiste una concreta ed efficientissima versione digitale. Lo chiamano Deep Web, ed è un luogo dove tutto, nel bene e nel male, sembra possibile, e nulla è regolamentato né censurato, dalla libertà di parola alle attività illegali. La parte oscura del World wide web, fino a ieri accessibile a pochi, sta inoltre diventando sempre meno impenetrabile e più alla portata di tutti. Il merito è di Grams, un nuovo motore di ricerca che, esattamente come fa Google per i siti “normali”, permette di trovare più facilmente i contenuti nascosti tra le trame del Deep Web.

Per leggere l’articolo, vi rimando al link originale dove è stato pubblicato

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...